fbpx
info@baldaccimeccanica.it

Decapaggio dell’acciaio inossidabile per rimuovere i residui di ruggine

Decapaggio dell’acciaio inossidabile

Decapaggio dell’acciaio inossidabile per rimuovere i residui di ruggine

by Terenzi Concept |7 Maggio 2021 | Blog

Il decapaggio (o pulitura) dell’acciaio inossidabile è un trattamento chimico superficiale che rimuove gli ossidi dalla superficie del materiale.

Con il termine “ossidi”, intendiamo principalmente:

  • Scorie,
  • Polvere,
  • Ossidi di saldatura.

Tutte sostanze che possono rovinare l’estetica dell’acciaio e  compromettere la sua capacità di passivarsi.

Perché sottoporre l’acciaio inox al decapaggio

L’acciaio inox è ricoperto da un sottile strato di ossido di cromo che lo protegge dalle aggressioni chimiche. Tuttavia, questo strato superficiale può venire meno in seguito a lavorazioni quali saldature e smussature.

Un componente in acciaio privato dell’ossido di cromo, ricordiamo, è più soggetto ad arrugginirsi ed a deteriorarsi.

Capita piuttosto di frequente che il componente interno di un macchinario industriale si deteriori all’improvviso, senza che gli operatori se ne accorgano, e si rompa causando danni ingenti al resto dell’impianto.

Il decapaggio dell’acciaio inossidabile, oltre a migliorare l’aspetto estetico del materiale, ne ripristina lo strato superficiale di ossido e ne migliora le caratteristiche superficiali.

frese CNC

Baldacci Meccanica si occupa del decapaggio dell’acciaio inossidabile e dell’alluminio

Come avviene il decapaggio dell’acciaio inossidabile

Si inizia con lo sgrassaggio, un processo che elimina i residui dalla superficie del componente tramite l’applicazione di un liquido a base di INOX D/MD G20. La sostanza sgrassante viene distribuita sul pezzo in maniera omogenea tramite una spugna od uno spruzzatore e, successivamente, sciacquata via con acqua fredda.

Dopo che il componente è stato pulito, avviene il decapaggio vero e proprio. Il componente viene immerso in una sostanza a base acido cloridrico o solforico per un lasso di tempo che va dai 10 minuti, alle 2 ore. In base alle caratteristiche del componente e del materiale con il quale è realizzato, è possibile utilizzare anche l’acido fosforico, nitrico o fluoridrico.

Infine, va lavato in acqua fredda a pressione (l’acqua deve contenere una bassissima concentrazione di ioni ferro e cloruri).

La passivazione dell’acciaio inox

Una volta completato il decapaggio, dobbiamo restituire all’acciaio inossidabile la sua capacità di passivarsi.

Quando il componente sottoposto a decapaggio si è asciugato, dobbiamo spalmare sulla sua superficie un gel riattivatore apposito e lasciarlo agire per almeno una notte.

Infine, risciacquiamo nuovamente l’acciaio inox sotto l’acqua a pressione.

Trattamenti dell’acciaio inox

Baldacci Meccanica si appoggia ai migliori fornitori del Bolognese e delle Marche per gestire, sulle necessità progettuali dei clienti, diversi trattamenti termici e superficiali, quali:

  • Trattamenti galvanici e anodizzazioni
  • Anodizzazioni ad indurimento
  • Niployatura a spessore
  • Fosfatazione e Brunitura
  • Decappaggi e Lucidature

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci.

Condividi