fbpx
info@baldaccimeccanica.it

Processo Niploy per la nichelatura chimica dei materiali.

processo niploy per il trattamento dei minerali

Processo Niploy per la nichelatura chimica dei materiali.

by Terenzi Concept |16 Novembre 2018 | Blog

Su richiesta, Baldacci Meccanica sottopone i particolari prodotti al processo Niploy, per una maggiore resistenza al logorio derivante con l’utilizzo.

Il processo Niploy è un trattamento di nichelatura chimica mirato ad ottenere un rivestimento uniforme a prescindere dalla geometria dell’elemento trattato. La totale assenza di correnti interne ottenibile con questo processo impedisce l’infragilimento del materiale base, inoltre la base ottenuta è perfetta per i trattamenti complessi a base nichel.

L’applicazione del processo Niploy

La diffusione del processo Niploy è dovuta in parte all’ottima resistenza a corrosione e usura che è possibile ottenere, in parte perché permette l’utilizzo di materiali “meno nobili” (e meno costosi) per la realizzazione di componenti meccanici di alta qualità. Grazie a questo trattamento, inoltre, il cliente può sostituire componenti di peso più elevato con dei sostituivi in leghe leggere senza preoccuparsi delle performance, portando notevoli vantaggi a livello pratico, logistico ed economico.

Il processo Niploy si ottiene tramite l’elettrodeposizione di uno strato protettivo di nichel ad elevato tenore di fosforo. Questa metodologia permette al nichel di generare uno spessore uniforme sul componente, interessando allo stesso modo cavità, fori ed irregolarità generate dalla particolare geometria delle superfici. Grazie al substrato resistente, il deposito così ottenuto rimane ben saldo anche in caso di danno meccanico, a differenza di un “normale” deposito galvanico.

I vantaggi più nel dettaglio del trattamento Niploy

Oltre alla sopracitata resistenza e uniformità, si sceglie il trattamento Niploy anche per il basso coefficiente di attrito. Il fosforo contenuto nel nichel svolge una funzione autolubrificante che protegge il componente quando sottoposto a cicli di lavoro ad alta velocità.

Citiamo brevemente, inoltre, come il nichel depositato attraverso questo trattamento si saldi perfettamente alle leghe a base di stagno e piombo. In strati ridotti (sotto i dieci micron di spessore) il processo Niploy permette di saldare tra loro l’acciaio Inox con l’alluminio.

Lo staff di Baldacci Meccanica dispone dell’attrezzatura e dell’esperienza per svolgere questo trattamento nel migliore dei modi, valutando, ad esempio, la compatibilità dei liquidi di processo e rimuovendo dal particolare interessato tutte le impurità ed i residui oleosi.

Avete dubbi o desiderate una consulenza in merito al trattamento citato? Contattateci, lo staff di Baldacci Meccanica sarà a vostra completa disposizione.

https://baldaccimeccanica.it/contatti/

Condividi