info@baldaccimeccanica.it

Verniciatura a polvere, rivestimento per protezione e decorazione

verniciatura a polvere

Verniciatura a polvere, rivestimento per protezione e decorazione

by Terenzi Concept |19 gennaio 2018 | Senza categoria

La verniciatura a polvere è una metodologia estremamente pratica che unisce la protezione delle superfici alla decorazione della strumentazione industriale.

Questo tipo di verniciatura permette la formazione di un film organico dallo spessore superiore a quello ottenuto con una normale verniciatura (normalmente si superano i 100 micrometri di spessore) e, per le sue caratteristiche, offre una protezione decisamente superiore a quella data da sostanze ad acqua e a solventi. Tuttavia, se il procedimento di verniciatura non è effettuato correttamente o, più semplicemente, il composto non è stato preparato nel migliore dei modi, si possono formare esfoliazioni e bolle che renderanno vano tutto il procedimento.

Vediamo allora come deve avvenire la verniciatura a polvere per garantire il miglior risultato.

Verniciatura a polvere, tecniche e procedimento

Il veicolo di trasporto della vernice a polvere è l’aria, che viene miscelata al polimero di verniciatura all’interno di una pistola aerostatica. L’effetto generato dalla pistola sottopone la polvere ad un processo di carica negativa, mentre l’elemento che andremo a ricoprire dovrà essere messo “a massa”.

Una volta che l’elemento è rivestito completamente, viene messo all’interno di un apposito forno e sottoposto a “cottura” permettendo la polimerizzazione del materiale di rivestimento.

Quando tutti questi processi sono portati a compimento otterremo una finitura resistente del colore scelto e capace di resistere a graffi, scheggiature e scolorimento.

 

Verniciatura a polvere, difficoltà e controindicazioni

Nonostante la verniciatura a polvere offra un livello di protezione notevole e un alta resistenza nel tempo, vi sono degli elementi da tenere in considerazione prima di affidarsi a questa pratica.

Innanzitutto, a livello di attrezzatura richiesta, è un tipo di verniciatura estremamente costoso. Il forno di polimerizzazione, in particolare, dovrà essere di una dimensione adatta a ospitare le attrezzature rivestite e richiederà investimenti ingenti.

Altro elemento che è sempre bene tenere a mente è la difficolta di rimozione del rivestimento ottenuto e bisogna proteggere adeguatamente i fori filettati e altre zone che è bene non verniciare.

Infine segnaliamo come le cabine di verniciatura in cui verrà applicato il rivestimento deve essere dotata di un apposito sistema di aspirazione per rimuovere i residui dispersi nell’ambiente di vernice.

Insomma, si tratta di un procedimento non semplice da effettuare, anche se viene ricompensato da un alto livello di protezione.

In caso di dubbi, consigliamo di leggere il nostro articolo sull’ossidazione anodica per scoprire diverse metodologie di protezione dei materiali.

Condividi